Booking Online
Ospiti camera #2
Ospiti camera #3
Ospiti camera #4

A un passo da Termoli colline, storia e tradizioni

Dai borghi ai boschi, dal lago di Guardialfiera alla vallata del Biferno, un viaggio alla scoperta del Molise

A meno di 30 chilometri da Termoli potrete visitare il lago di Guardialfiera, un bacino artificiale creato negli anni Sessanta attorno al quale esiste un microclima particolarmente mite e l’habitat naturale per centinaia di specie animali; dai cinghiali agli aironi cenerini, dai falchi ai ricci, dai gufi alle donnole. Nella pineta e nei boschi che circondano il lago di Guardialfiera potrete trascorrere ore di relax immersi nella natura più incontaminata. Inoltre nel lago di Guardialfiera vivono carpe, trote arcobaleno, pesci persico e cavedani, motivo per cui in quest’area è molto praticata la pesca sportiva.

Spostandovi in auto lungo la Bifernina, arteria stradale della piccola regione, potrete scoprire borghi dove la vita scorre lenta e dove i valori e le tradizioni sono ancora quelli di una volta.
San Martino in Pensilis è un grande paese disteso su un colle. La maggior parte dei suoi abitanti vive ancora di agricoltura al punto che il paese è tra i primi produttori di olio della regione. La vita tranquilla e il ritmo lento delle attività quotidiane, oltre che una sorprendente cucina locale, sono tra le ragioni per cui moltissimi turisti ogni anno scelgono di trascorrere qui le loro vacanze.
Portocannone è un paese di lingua albanese. Insieme a Montecilfone, Ururi e Campomarino, anche Portocannone vide la colonizzazione di gruppi di albanesi che vi si stabilirono intorno al 1460  dopo essere fuggiti alle persecuzioni degli Ottomani. Ancora oggi le tradizioni, oltre che l’idioma albanese, persistono negli usi degli abitanti dando vita a insolite e interessanti manifestazioni culturali quale, ad esempio, la Carrese, una competizione tra carri trainati da buoi e spronati da uomini a cavallo.

Guglionesi è uno fra i più grandi paesi collinari del Molise e uno fra i più ricchi di monumenti e opere d’arte. Tra le chiese più belle ci sono quella di San Nicola, di fattura romanica, e quella di Santa Maria delle Grazie.

Larino è un importante centro agricolo ma è anche scrigno di preziosi resti che testimoniano la presenza di popolazioni in epoca romana. Potrete visitare le rovine di un grande anfiteatro oltre che di una strada lastricata e di un insediamento abitato dove sono ancora visibili pavimenti in mosaico e ambienti con grandi vasche. Di suggestiva bellezza è anche la cattedrale di Larino, una chiesa gotica costruita intorno al 1300 con un grandioso portale.

Condividi:
Contattaci:
Tel. +39.0875 705246 - Fax. +39.0875 705220
info@hotelmistral.net